Bobbo Byrnes – The Red Wheelbarrow (bobbobyrnes.com, 2019)

TRW

Difficile immaginare, almeno per chi vi scrive, qualcosa di più lontano da uno Stetson di un boa di piume di struzzo o di un completo di lustrini. Ma chi vi scrive non è Bobbo Brynes. Per lui, roots rocker di adozione losangelina, arrivato sul palco in ritardo di una generazione, le differenze di dress code non sono poi così marcate. 

Fuor di metafora, fiondatevi sino alla metà esatta di questo The Red Wheelbarrow. Li’, inguainata in un paio di Wrangler sdruciti, presa a schiaffi da una cavalcata di chitarre entusiaste, si trova la cover che non ti aspetti, quella Virginia Plain che nell’estate del 1972 definì, per sempre, una band, gli inglesissimi Roxy Music, ed una forma espressiva, allora nuovissima, rimasta nella storia della musica pop con il nome di Art Rock. E per fare le cose per benino, lui, Bobbo Byrnes, si è messo accanto Phil Manzanera, la chitarra di quei Roxy Music, che in quella session lontana inventò l’assolo improvvisandolo su due piedi. 

Bobbo Byrnes official_Press Pic_900 pixel blogger

Virginia Plain è forse il momento culminante dell’album, certamente quello più eccitante nella sua irriverente epifania. Ma, sia pur con meno sorprese, The Red Wheelbarrow contiene anche altro. Ancora cover, ad esempio, come la intensa profondità di Mexican Home, da John Prine e la nostalgia vintage di Looking At The World Thru A Windshield, un successo del 1968 di Del Reeves.

E poi i brani originali, 6 su 10, a partire dal trittico d’apertura sino alla conclusiva  January, che si gioca con Virginia Plain le ipotesi migliori della visione di Brynes al roots rock, tra ruvide accelerazioni così care a The Silos, il rotondo caracollare di ballate country autoironiche (l’impagabile Part Time Cowboy), stratificazioni di chitarre e tastiere (quelle di Rami Jaffee), forgiate sui miracoli di Steve Wynn.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...