Malford Milligan & The Southern Aces – Life Will Humble You (Royal Family Records, 2018)

LWH

Un nuovo album di Malford Milligan è di per sé una notizia, una di quelle buone per davvero. Soul singer straordinario, Milligan ha disseminato infatti il proprio talento, non ultimo quello di autore, in decine di progetti erratici e discontinui, alcuni anche potenzialmente di grande valore popolare come la super band Storyville, tre album negli anni Novanta e un live postumo, con David Grissom e i Double Trouble di Steve Ray Vaughan. Ricavandone, in tutto, lo status di leggenda nella comunità di Austin, che lo ha votato per 8 volte come miglior cantante dell’anno, e poco altro.

MalfordMilligan

Life Will Humble You, firmato assieme al combo olandese The Southern Aces, riparte proprio da una di queste tante collaborazioni, due brani registrati sette anni fa per Four Souls – One Heart, album di Jack Hustinx, ed è forse, finalmente e per la prima volta, un album costruito e realizzato con al centro proprio e soltanto Milligan e la sua distintiva qualità di interprete.

Un lavoro vecchio stile, blindato in apertura e chiusura da due canzoni che ne dettano il mood complessivo e le coordinate stilistiche. Due brani del 1973, I’m Glad To Do It, hit minore di Little Royal, una soul ballad che Milligan nobilita facendola volare dalle parti di Otis Redding e la splendida Feels Like I’m Going Home, un country gospel di Charlie Rich, il vertice dell’intero lavoro.

MMband

In mezzo, Milligan e Hustinx, cui si deve anche la produzione, cornice sonora impeccabile e sempre un passo indietro rispetto al canto, infilano un viaggio tra soul, rock e blue eyed, tra brani originali e qualche altra cover scelta con devozione, come Yo Yo e Getting Over You del rimpianto Stephen Bruton, e Slow Train, gospel scritto da Steve Cropper 50 anni fa e messo su nastro dalle Staple Singers. 

Life Will Humble You è l’album che Malford Milligan meritava da tempo. 

Una risposta a “Malford Milligan & The Southern Aces – Life Will Humble You (Royal Family Records, 2018)

  1. Pingback: 10 album per il 2018 | music bin·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...