2016, l’anno del Duca Bianco

david-bowie-lazarus

Il 10 gennaio dello scorso anno l’orchestra oscura intonò un ultimo valzer, che non si sarebbe interrotto per i dodici mesi successivi, chiamando sulla pista, primo fra i ballerini predestinati, David Bowie. Ma mentre l’orchestra suonava e nuovi tragici danseur lasciavano il palco, l’ombra del Duca Bianco continuava ad aleggiare, presenza costante e risonante nella grande sala del gran ballo della vita e della morte. Il 2016, insomma, che si era aperto con la sua scomparsa, è divenuto, mese dopo mese, un anno nel quale la voce di David Bowie ha risuonato, invece, alta e drammatica. E non è stato un anno di celebrazioni postume. Ci sono state anche quelle, certo, ma sono scomparse nel fragore afono dei coccodrilli, cancellate da un album, ★, e da un musical, Lazarus, realizzati e pubblicati con perfetto tempismo drammaturgico, a prolungare una uscita di scena mai del tutto compiuta. Ed estenderne l’eco è stato allora inevitabilmente semplice, al netto della obbligatoria ritualità social mediatica. Lo abbiamo fatto anche qui, su queste pagine che vi riproponiamo. In attesa di una nuova chiamata dall’aldilà di Lazarus.

david-bowie-blackstar-album-cover-art-500x500

David Bowie – ★

 

 

OB6073ce_david_bowie_blackstar

David Bowie

 

 

 

david-bowie-introDavid Bowie Is – Una mostra al futuro

 

 

Lazarus

ocr

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...