John Gorka – Before Beginning. The Unreleased I Know, Nashville, 1985 (Red House, 2016)

bb

Questo nuovo titolo di John Gorka, il quattordicesimo in carriera, è in realtà di tutti il più antico. Dieci canzoni che Gorka registrò nel 1985, investendo tutti i suoi risparmi per cinque giorni di session a Nashville, sotto la guida di Jim Rooney. Registrazioni che rimasero tuttavia inutilizzate, e costituirono il punto di partenza per due lunghi anni nei quali Gorka registrò altre due versioni, questa volta in uno studio del New Jersey, di quello che poi, nel 1987, divenne il suo debutto per Red House, I Know.

jg3

 “Posso solo dire che stavo cercando la mia strada” scrive Gorka nelle note di Before Beginning. “Suonavo quasi esclusivamente da solo e non avevo fatto un album o mai registrato in studio con altri musicisti. Credo che non sapessi cosa volevo sentire. Adesso so che c’è più di un modo giusto per presentare una canzone.  Le canzoni, in questo senso, sono più grandi di una registrazione. Erano buone. Solo non erano ciò che volevo a quei tempi”.

E ciò che Gorka cercava allora era quella dimensione confessionale, poi perfezionata nel corso di oltre trent’anni sino a farne una delle voci maggiormente distintive di ciò che, già nei primi anni Ottanta, veniva identificato come contemporary folk. Un ambiente sonoro raccolto e rotondo, lievi trame melodiche che lambivano il pop e il blues, direttamente funzionali allo svolgimento narrativo della canzone e soprattutto al timbro di una voce profonda e carezzevole.

jg2

Before The Beginning, invece, è la cronaca di un affido. Nelle mani di Rooney, le dieci canzoni (nove delle quali saranno poi riproposte in I Know) si trasformano, e con loro anche Gorka. Si arricchiscono di una ricca, certamente affollata per la sensibilità del suo autore, paletta di voci strumentali, con tante chitarre elettriche ed acustiche, mandolini, ma anche sax, violini, tastiere, prevalentemente coniugate nel country neo tradizionalista che proprio allora viveva il suo rinascimento.

Sono tempi più veloci di quelli che poi Gorka sceglierà per I Know e dinamiche di più ampio respiro sonoro, due su tutte le splendide Love Is Our Cross To Bear e Down In The Milltown, che Gorka asseconda con autorevolezza alzando i toni del cantato per rivelare, proprio nella relazione con le diverse voci strumentali e pur in una narrazione confessionale, tutte le profondità drammaturgiche di una scrittura già compiuta.

Quella indicata da Before The Beginning era allora, tra le tante, una direzione possibile. E ancora oggi, affascinante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...