Denny Lile – Hear The Bang: The Life And Music Of Denny Lile (Big Legal Mess Records, 2015)

Questa è una storia tutta sbagliata. Sono sbagliati i tempi, le scelte, il finale. Ed è, insieme, la storia di un talento musicale, sacrificato sull’altare della rinuncia. Lui, il protagonista, si chiamava Denny Lile e quando è morto, vent’anni fa dopo aver bruciato i suoi organi vitali nel whiskey, nessuno si ricordava di lui da almeno altri venti. Nemmeno a Louisville, la sua città.

Proprio lì, nel ristretto scenario di una cittadina della provincia americana cui bastavano, negli anni Settanta, 300 mila abitanti per farne la capitale del Kentucky, si consuma la storia sbagliata di Denny Lile. A Lousiville era nato e poi cresciuto, all’ombra di un fratello più grande che riempiva le assenze da casa di suo padre e di sua madre, poliziotto lui, titolare di un salone di bellezza lei, sino al divorzio. E a Louisville aveva scelto di restare, le prime scelte sbagliate, firmando il suo unico contratto discografico con una minuscola etichetta locale, rifiutandosi poi di trasferirsi a Memphis o a Nashville dove ben altre erano le opportunità per un giovane songwriter, e di andare in tour. Tutto per non allontanarsi dalla sua nuova famiglia, una moglie e una figlia, schiacciato dai fantasmi della sua adolescenza violentata dal divorzio dei genitori.

DL

Da quando vennero registrate, a 21 anni nel 1972, questa è la prima vera occasione per le canzoni di Hear The Bang di uscire dal buio cui furono costrette dal disinteresse della casa discografica originaria. Ed è, insieme, un dannato peccato ed una vera sorpresa. Stilisticamente un album cantautorale, Hear The Bang suona oggi, infatti, come un piccolo paradigma delle migliori esperienze di quella stagione creativa e rivoluzionaria, fra i Sessanta e i Settanta, nelle quale autori come Croce, Kristofferson, Young, Newbury riscrivevano la musica country volgendola al rock e attualizzandone i contenuti al mondo reale.

Negli arrangiamenti, nel corpo sonoro delle canzoni costruito con gli strumenti tradizionali del country, dal violino al dobro, dalle chitarre alla lap steel, si insinuano derive sporche, echi impressionistici di acida psichedelia, sottili dissonanze elettriche che, soprattutto nelle canzoni più malinconiche e contemplative, ne aumentano l’empatica fragilità. Facile oggi, a oltre 40 anni da quando vennero registrate, perdersi nel gioco dei rimandi a pagine evidentemente più frequentate della grande antologia country rock. Ma ricollocate nel loro tempo, restituite idealmente ad una impossibile contemporaneità, le 16 canzoni di Hear The Bang non solo suonano ancora attuali, ma, per molti versi, innovatrici.

Nei testi, che riflettono la sensitività disturbata di Lile, dove il passato e i suoi fantasmi alimentano una latente libido moriendi, e nelle musiche, che danzano con spregiudicata consapevolezza sul confine, tutto da tracciare, del rock allora ancora bambino e del country, già sottoposto alla mummificazione di Nashvegas.

Album

La storia sbagliata di Denny Lile, ciò che sta dentro e dietro le canzoni, viene qui raccontata in un documentario in DVD, che accompagna l’album. Girato e prodotto dal nipote, è una candida, a volte quasi impudica, raccolta di testimonianze da parte di chi, la moglie, la figlia, il fratello, i compagni di musica, più hanno sofferto e, raramente, gioito delle scelte di Denny Lile. Sino all’ultima, l’autodistruzione da alcolismo.

Lile muore a 44 anni, nel 1995. Muore solo, nel van che aveva acquistato con le uniche royalties mai guadagnate da una sua canzone, Fallin’ Out, registrata da  Waylon Jennings nel 1987. Ma ancora una volta, i tempi erano sbagliati.

Annunci

Una risposta a “Denny Lile – Hear The Bang: The Life And Music Of Denny Lile (Big Legal Mess Records, 2015)

  1. Pingback: 10 album per il 2015 | music bin·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...