Il 2014 in 10 album

Customers ridotta

Dieci album da portarci dietro nell’anno che verrà. Per la quantità, ma soprattutto per la varietà delle uscite discografiche, questo 2014 è stato generoso. Di cosette curiose (ad esempio FKA Twigs) e crossover deliranti (l’abisso squarciato da Scott Walker e Sunn O))), di provocazioni retrò (la Letter Home di Neil Young) e di rassicurazioni (come il decadente e soave lessico familiare di Damien Rice). I dieci album che seguono, in ordine alfabetico, sono una scommessa per il futuro. Promettono di sopravvivere a questi anni di transizione, tra nuovi media e vecchie abitudini, alla atomizzazione dei nostri ascolti distratti.

Stiv Cantarelli and the Silent Strangers, Banks Of The Lea (Stove Pony Records)
Leonard Cohen, Popular Problems (Columbia)
Marianne Faithfull, Give My Love To London (Dramatico/Naive)
Hurray For The Riff Raff, Small Town Heroes (ATO)
Joe Henry, Invisible Hour (EarMusic)
Bill LaBounty, Into Something Blue (First And Main Records)
Pink Floyd, The Endless River (Parlophone)
Robert Plant and The Sensational Space Shifters, Lullaby And The Ceaseless Roar (Nonesuch)
Jack White, Lazaretto (Third Man Records)
Lucinda Williams, Down Where The Spirit Meets The Bone (Highway 20 Records)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...